Tempo & Denaro

Adr, Basile chiama rinforzi

I vertici della società al lavoro sul piano industriale 2006-2010. Nomi nuovi in squadra.

Giro di poltrone agli Aereoporti di Roma. Il nuovo amministratore delegato, Maurizio Basile sta valutando in questi giorni quali strategie mettere in campo per lo sviluppo e la crescita della società che gestisce gli scali di Fiumicino e Ciampino. La prima scadenza è fissata a fine luglio, quando sarà presentato il nuovo piano industriale 2006-2010. Ma nel frattempo la squadra si sta rafforzando. Basile ha già chiamato al suo fianco Emanuele Ludovisi per ricoprire l’incarico di Direttore centrale per la pianificazione strategica e lo sviluppo del business. La collaborazione tra i due si è consolidata negli ultimi tempi quando Basile era presidente dell’Ente italiano tabacchi e Ludovisi responsabile della divisione prodotti da fumo. Altro arrivo potrebbe essere quello di Giovanni Sebastiani come superconsulente per l’aviation. Sebastiani in passato ha ricoperto l’incarico di Direttore servizi aeroportuali in Adr per poi passare alla Direzione generale di Alitalia e successivamente di Meridiana. Secondo quanto risulta a Tempo&denaro la trattativa è in corso, anche se in questi giorni si parla anche di un possibile ritorno di Sebastiani nella plancia di comando di Alitalia al posto di Giancarlo Cimoli. In uscita invece Massimo Faccioli Pintozzi che dovrebbe lasciare la direzione Affari legali di Adr. Già fuori squadra, invece, il capo della sicurezza Calimero Marchetti, uomo di fiducia dei Romiti. Le novità per il momento di fermano qui, anche perchè Basile ha dichiarato di non voler stravolgere la squadra. I nuovi innesti, però, saranno strategici per avviare i piani di crescita. Come quelli previsti dal protocollo di intesa siglato nei giorni scorsi fra il Comune di Roma, Adr, Alitalia, Enac, Camera di Commercio di Roma e Federalberghi Roma per lo sviluppo aeroportuale della capitale che secondo le prospettive dovrebbe tradursi in un aumento dei passeggeri di circa 4 milioni l’anno. Tra i punti principali dell’accordo c’è l’impegno di Alitalia ad attivare dalla stagione estiva 2007 nuove destinazioni intercontinentali da Roma Fiumicino. L’impegno di Adr consiste nel migliorare l’operatività dello scalo romano, nel garantire servizi più efficienti ad esempio nello smistamento dei bagagli e nella riduzione dei tempi di attesa. “Sono impegni – ha sottolineato il presidente di Adr, Ernesto Stajano – che in parte sono stati già finanziati”. Alitalia e Adr tornano anche a trattare la questione del terminal dedicato alla sola compagnia e ai vettori che fanno parte con lei dell’alleanza Sky Team. “Quello del terminal A dedicato è uno dei primi temi che mi è stato portato sul tavolo al momento del mio insegiamento in Adr” ha detto Basile assicurando che alcuni primi contatti con Alitalia sono stati già presi.

Giovanni Lombardo